domenica 3 aprile 2022

Concorso RIPAM per 1660 posti di lavoro di impiegato al MiG

adessolavoro.com
Il MiG (Ministero della Giustizia) ha reso pubblico in Gazzetta Ufficiale l'avvio di un Bando di concorso RIPAM per l'assegnazione di 1660 posti di lavoro di impiegato nelle Corti di appello e nella Corte di cassazione amministrazione centrale. 

La presente pubblicazione comunica l'avvio, a seguito di quello annunciato precedentemente in G.U. e rivolto all'assunzione di 3750 nuovi dipendenti in area funzionale IIª presso il MiG, di un secondo Bando di concorso per 1660 posti di lavoro di impiegato da inserire all'interno dei Distretti appartenenti lo stesso MiG (Ministero della Giustizia). I partecipanti che si posizioneranno nella graduatoria di merito a seguito dell'espletamento del concorso RIPAM, avranno stipulato un contratto di lavoro a tempo determinato e pieno, in fascia retributiva F1, IIIª area funzionale.
Ripartizione posti impiegato MiG
I 1660 posti di lavoro di impiegato al Ministero della Giustizia, a seguito di concorso RIPAM reso pubblico in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n° 26 del Iº aprile 2022, sono come di seguito distribuiti:
  • Impiegato Tecnico IT Senior: n° 140 posti di lavoro nei distretti delle Corti di appello italiane e 40 presso la Corte di cassazione.
  • Impiegato Tecnico di Contabilità: n° 139 posti di lavoro nei distretti Corti di appello italiane e 61 alla Corte di cassazione.
  • Impiegato Tecnico di Edilizia Senior: n° posti 118 nei Distretti delle Corti di appello e 32 alla Corte di cassazione.
  • Impiegato Tecnico Statistico: n° posti 27 nelle Corti di appello e 13 alla Corte di cassazione.
  • Impiegato Tecnico di Amministrazione: n° 1003 nei distretti delle Corti di appello e 57 presso la Corte di cassazione.
  • Impiegato Analista di Organizzazione: n° posti 30 presso la Corte di cassazione e amministrazione centrale.
Concorso RIPAM, distretti
Le città interessate dai posti di lavoro di impiegato, come reso pubblico in Gazzetta Ufficiale e sul sito del MiG, per ricoprire quelli vacanti nelle Corti di appello italiane e presso la Corte di cassazione e amministrazione centrale del Ministero della Giustizia, sono quelle come di seguito elencate. Corti di appello: Napoli, Ancona, Bari, Brescia, Bologna, Catania, Cagliari, Caltanissetta, Catanzaro, Campobasso, Aquila, Firenze, Genova, Messina, Palermo, Lecce, Milano, Perugia, Reggio Calabria, Potenza, Torino, Roma, Salerno, Venezia, Trieste. Corte di cassazione Amministrazione centrale: Roma. Le domande di partecipazione al concorso RIPAM possono essere inviate solo per un unico profilo o località di lavoro.
Requisiti lavoro di impiegato
Per partecipare al presente Bando di concorso RIPAM, reso pubblico in G.U. n° 26, per ricoprire 1660 posti di lavoro di impiegato al Ministero della Giustizia, sono richiesti i seguenti requisiti:
  • aver compiuto il 18esimo anno di età.
  • se maschio (nato entro il 1985), regolare servizio di leva.
  • essere cittadino italiano/a, o di uno Stato membro dell'UE.
  • diploma di laurea o laurea specialistica, come richiesto per ogni singolo specifico profilo sopra indicato (Vedi Bando).
  • condotta e morale irreprensibili.
  • assenza di condanne penali e non essere interdetto dai P.U.
  • possesso dei diritti politici e civili.
  • assenza di dispensa, destituzione o licenziamento da P.A.
  • godimento dell'elettorato attivo.
Candidature concorso e lavoro MiG
Tutte le persone interessate al presente Bando di concorso RIPAM, per posti di lavoro di impiegato nei distretti delle Corti di appello e cassazione del Ministero della Giustizia, possono prendere visione del documento collegandosi al link: "https://www.giustizia.it". Dalla home proseguire su "Amministrazione trasparente" - "Bandi di concorso" - "Concorsi, esami, selezioni e assunzioni" per poi cliccare alla sezione "Concorsi" l'articolo "1. Personale a Supporto Ufficio Processo - Scheda di sintesi". Da questa cliccare il concorso pubblico attinente e per partecipare, entro il 28/04/2022, utilizzare e inviare esclusivamente per via telematica, dalla piattaforma StepOne messa a disposizione sullo stesso canale.

Nessun commento:

Posta un commento

per candidarti segui le informazioni sull'annuncio