sabato 12 dicembre 2020

Lavoro: 2700 posti di cancelliere del Ministero della Giustizia

adessolavoro - Concorso Ministero della Giustizia
Sono 2700 assunzioni quelle prospettate dal Bando che vedrà l'assegnazione, a mezzo concorso pubblico per titoli ed esame, dei posti di lavoro di cancelliere del Ministero della Giustizia presso le sedi del territorio italiano.

Una notizia importante se si pensa che in questo periodo di crisi, dovuto sopratutto alla pandemia da coronavirus che ha colpito il mondo, dove l'occupazione ha subito un crollo numerico drastico, ci sono ancora spiragli che prospettano il rinnovo di nuove assunzioni in diversi settori. Cosi è anche grazie al Bando di concorso per 2700 posti di cancelliere del Ministero della Giustizia, recentemente annunciato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n° 96, datata 11 novembre 2020, che nel dettaglio descrive passo per passo i requisiti per parteciparvi e come candidarsi ai posti di lavoro garantiti dalle pari opportunità tra uomini e donne.
Concorso e posti di lavoro di cancelliere
Il concorso pubblico per l'acceso ai posti di lavoro di cancelliere del Ministero della Giustizia, prevede su base distrettuale nelle Corti di Appello e per l'intero territorio italiano, esclusa la Valle d'Aosta, il reclutamento del personale a tempo indeterminato, settore retributivo F3, area 2. Vediamo l'elenco per numero di posti e località: 
  • n° 308 Napoli; 262 Milano; 242 Roma; 187 Torino; 180 Palermo; 136 Bologna; 125 Firenze; 111 Catanzaro; 111 Venezia; 99 Catania; 85 Reggio Calabria; 80 Cagliari; 80 Bari; 66 Lecce; 65 Brescia; 65 Genova; 62 Messina; 62 Salerno; 61 Ancona; 48 L'Aquila; 41 Trieste; 40 Potenza; 31 Caltanisetta; 20 Campobasso; 20 Perugia.
  • n° 113 saranno assunti presso gli Uffici giudiziari nazionali e Amministrazione Centrale del Ministero della Giustizia.
Requisiti Concorso Ministero della Giustizia
Al citato concorso per 2700 posti di cancelliere è possibile candidarsi solo per una delle Corti di Appello in elenco e i requisiti richiesti sono:
  • compiuto il 18esimo anno di età.
  • cittadinanza italiana o di Stato membro dell'Unione Europea.
  • diploma di scuola superiore conseguita in quinquennio o equipollente.
  • fisicamente idonei all'impiego al Ministero della Giustizia.
  • possesso dei diritti politici, civili e dell'elettorato attivo.
  • assenza di dispensa o licenziamento da lavoro in P.A.
  • assenza di condanne penali, passate e/o in corso.
  • in regola con il servizio di leva (per i maschi nati entro il 1985).
  • possedere almeno uno dei seguenti 5 titoli citati: 
  1. esercitato almeno 5 anni scolastici, supplenza materie giuridiche.
  2. esercitato minimo un anno come magistrato onorario.
  3. stato iscritto all'albo degli avvocati, minimo 2 anni consecutivi.
  4. esercitato minimo 3 anni nell'amministrazione giudiziaria.
  5. prestato servizio, minimo 5 anni, nelle forze di polizia, ruolo ispettori o superiori.
Candidatura posti di cancelliere
Le persone che vorranno partecipare al concorso per 2700 posti di lavoro di cancelliere del Ministero della Giustizia, potranno farlo a seguito di presa completa visione del Bando, collegandosi alla seguente link: "https://www.gazzettaufficiale.it/home", dove seguire su "Concorsi ed Esami" per trovare il Bando citato, oppure al link del "Ministero della Giustizia". Appena collegati, da quest'ultimo link procedere su: "Trasparenza", "Bandi di concorso", "Concorsi, esami, selezioni e assunzioni". Selezionare la voce che descrive il concorso pubblico per 2700 posti di cancelliere, dove trovare il Decreto del Bando, il Manuale per la registrazione, il portale per accedere alla Registrazione e per ultimo la Domanda che sarà possibile compilare solo a partire dalla mezzanotte del 12 dicembre 2020. Il citato concorso ha scadenza il 10 gennaio 2021.

Nessun commento:

Posta un commento

per candidarti segui le informazioni sull'annuncio